Nessuna novità sulle concessioni balneari

Come abbiamo scritto più volte, lo Stato italiano guadagna molto meno di quanto potrebbe dai canoni delle concessioni balneari, che sono invariati da anni e lo saranno ancora a lungo. L’articolo del Post. Nel marzo del 2019 l’imprenditore Flavio Briatore disse al Corriere della Sera che secondo lui lo stato avrebbe dovuto rivedere gli affitti delle concessioni balneari perché troppo bassi. Il…

La procedura di infrazione contro l’Italia per le concessioni balneari

Nel 2020 la Commissione europea ha avviato 33 nuove procedure d'infrazione contro l'Italia per il mancato rispetto delle norme comunitarie. Tra queste, a inizio dicembre è stata mandata una prima lettera messa in mora in merito al sistema di assegnazione delle concessioni balneari. Come spiegavamo alcuni mesi fa, l'Italia era da tempo in forte ritardo nel recepimento della direttiva europea che…

Le concessioni balneari non si discutono

Ha compiuto 14 anni la cosiddetta "direttiva Bolkestein", che tra le altre cose avrebbe dovuto garantire la messa all'asta delle concessioni balneari. Invece tutto resterà com'è, almeno fino al 2033. Si tratta di un tipico esempio di come spesso in Italia, mancando le capacità per elaborare strategie complesse, si finisca per affrontare le situazioni "con l'accetta", aggravando e perpetrando…

La progressiva scomparsa delle spiagge libere

Il Consiglio di stato potrebbe rimettere in discussione la “rendita di posizione” dei concessionari balneari. Intanto, però, la progressiva scomparsa delle spiagge libere non si ferma. L’articolo di Riccardo Germano per Lavoce.info. Vecchi problemi, nuovi interrogativi È attesa per l’autunno la pronuncia dell’Adunanza plenaria del Consiglio di stato su una questione particolarmente importante.…