Ha senso la retorica della meritocrazia dentro una pandemia?

In questi giorni alcuni leader politici si stanno spendendo attivamente per promuovere un percorso di riforma del "reddito di cittadinanza". Nei loro interventi fanno spesso ricorso alla retorica della meritocrazia, secondo cui – in estrema sintesi – a grandi sforzi corrispondono, nel tempo, grandi risultati. Si tratta di un assunto che dà per scontate diverse cose e che presuppone di accettare…

L’impatto della pandemia sugli altri pazienti

Come abbiamo scritto diverse volte, l'impatto della pandemia di COVID-19 si è esteso ben oltre quanti ne sono stati direttamente colpiti. Le conseguenze dell'emergenza sanitaria hanno infatti compromesso la salute di tante persone che, nei lunghi mesi in cui le strutture e il personale sanitari di tutta Italia si dedicavano ai pazienti contagiati dal coronavirus, avrebbero dovuto subire…

Quanto male sta facendo la pandemia al settore culturale?

Purtroppo allo stato attuale non è possibile rispondere con precisione a questa domanda. Mancano dati, e questo è di per sé un problema. Quelli che abbiamo riguardano esclusivamente i lavoratori della cultura che hanno un contratto di lavoro, ossia circa la metà del totale. Già questi dipingono però una situazione drammatica, con un calo nell'occupazione che è secondo solo a quello del settore…

Rispondere alla pandemia insieme ai cittadini

Le persone in Europa stanno soffrendo di una forma di affaticamento legata alla prolungata situazione di incertezza dovuta alla pandemia di coronavirus. Per questo, l'Oms si augura che il nostro continente faccia ulteriori sforzi per uscire da questa situazione insieme ai cittadini, coinvolgendoli nelle decisioni e occupandosi dei loro problemi al di là delle mere questioni mediche. L'ha scritto…

Un accesso coordinato ai dati per affrontare la pandemia

Alcuni epidemiologi hanno firmato un appello per chiedere una più capillare disponibilità e utilizzo dei dati relativi all'epidemia da coronavirus. L'intento è favorire un approccio più articolato all'emergenza, in modo da permettere alla comunità scientifica italiana di proporre interventi più mirati per contenere e gestire il problema. Di seguito abbiamo riassunto gli otto punti contenuti…

La fase di convivenza con il virus dipende anche da noi

Nei giorni scorsi l'Ansa ha diffuso una notizia fatta circolare dalla Società italiana di chirurgia: «Nel 2020 sono saltate 400mila operazioni e si contano oltre 1,3 milioni i ricoveri in meno rispetto al 2019. I ricoveri di chirurgia hanno visto una contrazione vistosa ed una diminuzione di circa l'80 per cento dell'attività elettiva». E anche ora che la situazione è ovunque sotto controllo…

Come vanno il cicloturismo e la viabilità ciclabile in Italia

Secondo Fiab (Federazione italiana ambiente e bicicletta), l'interesse verso il cicloturismo in Italia è in netta crescita. Come dato a supporto di questa tesi c'è la vistosa crescita delle visite al sito Bicitalia.org, che offre una mappa della rete ciclabile nazionale. Negli ultimi due anni, il traffico sul sito è cresciuto dell'84 per cento rispetto al quinquennio 2014-2019. Gli itinerari più…

Il PNRR tra autosufficienza e disabilità

Ieri la Commissione europea ha approvato il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), ossia il documento in cui l'Italia spiega all'Europa come intende spendere i finanziamenti che arriveranno nei prossimi mesi e anni come stimolo dopo le difficoltà portate dalla pandemia. Tra le varie iniziative finanziate dal Piano ci sono anche autosufficienza e disabilità. In generale, sono previsti…

Il rapporto su donne e lavoro di Save the children

Essere donna, mamma e lavoratrice è complicato di per sé. Esserlo in Italia nell’anno della pandemia lo è ancora di più. Un commento al rapporto di Save the children da un articolo pubblicato su inGenere. Nell’anno della pandemia 96mila madri con figli minori hanno perso il lavoro. Tra queste, 4 su 5 hanno figli con meno di cinque anni: sono le madri che a causa della necessità di seguire i…

L’impatto del COVID-19 sulle altre patologie

La pandemia di COVID-19 ha avuto un impatto pesante sulle patologie croniche, come il cancro, e su quelle acute, come l’infarto del miocardio: meno controlli e meno interventi che determinano un aumento del rischio per i pazienti particolarmente fragili. Ne ha scritto Scienza in Rete. Oltre 600 mila nuove diagnosi e 350 mila nuovi trattamenti oncologici in meno durante il 2020 e un calo del…