donazione di plasma

La nuova campagna di Avis sulla donazione di plasma

08-novembre-2018

È stata presentata martedì 6 novembre la nuova campagna di Avis Nazionale, dedicata alla donazione di plasma: “Da quest’anno va di moda il giallo. Distinguiti, dona plasma” (qui trovate le grafiche, qui lo spot). Quella di plasma è una donazione più leggera rispetto a quella di sangue intero, ma molto importante per la produzione di farmaci emoderivati e per la cura di molte patologie. Il sangue è composto da plasma al 55 per cento (il resto sono globuli rossi, globuli bianchi e piastrine). A sua volta, il plasma è composto da acqua al 92 per cento, mentre il restante 8 per cento contiene numerose proteine, tra cui i fattori della coagulazione e altre molecole quali zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi.

Da questo prezioso elemento è possibile ottenere dei veri e propri farmaci: fattori per la cura dell’emofilia, le immunoglobuline (come quelle anti tetano) e l’albumina, impiegata in alcune patologie del fegato e dei reni. Molti disordini genetici possono essere trattati solo attraverso la somministrazione di plasma o dalle sostanze che se ne possono estrarre. Il sito del progetto Plasma Italia, promosso dall’Istituo superiore di sanità e dal Centro nazionale sangue, fornisce ulteriori informazioni: «I fattori della coagulazione sono indicati nel trattamento dell’emofilia e di altre malattie emorragiche congenite. Le immunoglobuline sono utilizzate per il trattamento delle immunodeficienze primitive e in molti disordini neurologici. I deficit congeniti di alfa 1 antitripsina, antitrombina, C1 inibitore, plasminogeno sono altri esempi di patologie rare che beneficiano di questi medicinali».

Ogni anno più di 800mila chili di plasma sono inviati alle aziende farmaceutiche per la produzione di medicinali insostituibili nella cura di molte malattie. Poiché il fabbisogno nazionale rende necessario importare dall’estero alcune scorte di tali farmaci, è fondamentale incrementare il numero di donatori e di donazioni, come indicato anche dal primo programma nazionale plasma 2016-2020. «Questa campagna – ha spiegato il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola – è la prima nel suo genere in Italia e punta a ricordare a tutti, donatori e non donatori, quanto sia importante per il nostro sistema trasfusionale e i nostri pazienti la donazione di plasma. Abbiamo bisogno di sempre più volontari, complice anche il calo demografico, ma necessitiamo soprattutto di donazioni programmate e pianificate, che vadano realmente incontro ai bisogni trasfusionali dei nostri ammalati». All’evento di presentazione erano presenti ospiti del mondo trasfusionale e del volontariato, Roberto Bernocchi (Pubblicità Progresso) e Claudia Firenze (responsabile progetti comunicazione AVIS Nazionale). Testimonial d’eccezione della serata è stato Daniele Cassioli, pluricampione di sci nautico non vedente, che a Legnano conosciamo bene.

Assieme alla campagna, nel corso dell’evento organizzato da Avis nazionale sono stati presentati i dati di un sondaggio realizzato da Ipsos sulla conoscenza che gli italiani hanno sul plasma e sulla sua donazione. Oltre i 2/3 degli italiani (69 per cento) associano la parola plasma al mondo del sangue, rispetto ad altri mondi (televisione, energia, ecc.). Una volta stabilito di cosa stiamo parlando (aspetto per nulla scontato), emergono però molti dubbi sulla donazione di plasma. Quasi 4 italiani su 5 (il 79 per cento) non sono ben consapevoli delle differenze tra donazione di sangue intero e plasma, mentre il restante 21 per cento afferma di conoscere abbastanza bene le differenze mediche tra le due pratiche. C’è poi un 36 per cento di italiani abbastanza convinto di prenderla in considerazione per il futuro, un’analoga percentuale che non lo farà mai e una parte significativa (28 per cento) che non sa dare una risposta precisa.

Ci auguriamo che questa campagna sia per molti uno stimolo a pensare alla possibilità di donare plasma. Per informazioni generali vi invitiamo a sfogliare il materiale della campagna Avis, o a visitare il sito di Plasma Italia. Ovviamente potete consultare la sede Avis a voi più vicina per parlare direttamente con personale qualificato. Per quanto riguarda l’Avis di Legnano, i nostri contatti sono qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *