Previous Page  8 18 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 8 18 Next Page
Page Background

8

portanti soprattutto nei giorni pre-

cedenti la donazione e nel giorno

stesso della donazione.

Ricca in ferro

. Quando si dona il

sangue le riserve di ferro dell’orga-

nismo vengono temporaneamente

ridotte. Ecco perché una dieta ricca

in ferro, soprattutto nei giorni pre-

cedenti la donazione, può aiutare.

Gli alimenti a maggior contenuto di

ferro sono la carne, il pesce, i legu-

mi (fagioli, ceci, lenticchie), verdu-

re come gli spinaci, i broccoletti, la

rucola, il radicchio e la frutta.

Povera in grassi

. Un’alimentazio-

ne povera in grassi è fondamen-

tale soprattutto nelle 24 ore pre-

cedenti la donazione in quanto un

eccesso di grassi alimentari nei ci-

bi che consumiamo può determina-

re un innalzamento dei lipidi ema-

tici e interferire con alcuni test che

vengono effettuati sul sangue stes-

so. Attenzione quindi ai fritti, ai ta-

gli di carne grasse, ai formaggi e ai

salumi quali salame, pancetta, lar-

do ecc. Meglio optare, la sera pre-

cedente la donazione, per un sano

menù mediterraneo con pasta o ri-

so più verdure e una porzione di

carni bianche (pollo o tacchino) al-

la griglia o del pesce. Evitare accu-

ratamente le salse tipo maionese, i

gelati, la panna, le patatine fritte, i

dolci. Da bandire ovviamente le ce-

ne ai fast food. Tra gli alimenti po-

veri in grassi andranno privilegiati

la pasta e il riso, le verdure, la frut-

ta, il pollame, il pesce.

Ricca in liquidi

. Questo punto è

particolarmente importante il gior-

no della donazione, nel giorno pre-

cedente e in quello successivo. Do-

nare sangue determina una perdita

di liquidi per il nostro corpo; perdi-

ta di liquidi che dovrà essere pron-

tamente riequilibrata. La mattina

della donazione occorre bere mol-

ta acqua, ottimi anche i succhi di

frutta e le spremute purché non

marzo 2017 | a tu per tu con avis

a p p r o f o n d i m e n t o